Premio Giornalistico Internazionale

"Gino Votano"

2008

per il miglior documentario del Mediterraneo

Reggio Calabria, 19 dicembre 2008

   2008 2008 Stampa

2013   2012   2011   2010  2009  2007 2006 2005 20042003

 Home  Presentazione Formulario  Collaborazioni   Stampa Contattaci 

Stampa

 

www.ilpaese.info

 

Cerimonia di consegna a Reggio Calabria insieme a

 

un convegno del Sindacato dei Giornalisti stamattina

 

PREMIO VOTANO 2008 NEL

 

CENTENARIO DEL TERREMOTO

 

REGGIO CALABRIA 19 dicembre - Una tavola rotonda dal titolo "Il terremoto di Reggio e Messina: cento anni dopo". Ad ospitarla sarà, domani, venerdì 19 dicembre, alle 11.30, l'Auditorium del Liceo artistico "Mattia Preti", in via Frangipane a Reggio Calabria, grazie all'impegno del Sindacato dei Giornalisti della Calabria che, in collaborazione con l'Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, intende concretizzare, attraverso questo evento, quel rispetto per la storia e la memoria collettiva al centro, già, di un'assemblea pubblica organizzata dallo stesso Sindacato lo scorso  giugno, nella cornice del Palazzo della Provincia.
Quella di domani sarà anche l'occasione, non meno importante, per consegnare il Premio giornalistico internazionale "Gino Votano", in programma alle 10 nell'Auditorium del Liceo Preti.
Un premio oramai storico per Reggio Calabria, giunto alla sesta edizione, che quest'anno verrà assegnato al miglior documentario che ha per tema la storia, le tradizioni e le culture sorte nel bacino del Mediterraneo.
Non a caso, vincitore dell'edizione 2008 è Roberto Olla, giornalista e scrittore, caporedattore del Tg1, che presenterà domani un documentario sul terremoto che devastò Reggio e Messina nel 1908.
Insieme a lui saranno premiati: Giuseppe Palumbo, della Video Service Production di Cerignola (Foggia), per la miglior regia televisiva; Adele Cambria, giornalista del quotidiano "Il Giorno" e del settimanale "Il Mondo", con un riconoscimento alla carriera; Sergej Startsev, dell'agenzia giornalistica russa "Novosti" (la seconda per importanza, dopo "Pravda") con un premio speciale a memoria del terremoto del 1908, ricordando la generosità della marina russa nell'aiutare i terremotati di Reggio Calabria e Messina.
Sul podio dei premiati salirà, inoltre, una scuola della provincia di Reggio Calabria per la realizzazione e la diffusione del giornalino scolastico: quest'anno la scelta è caduta sull'Istituto magistrale "Corrado Alvaro" di Palmi e sul suo periodico "Il calabrone".
Alla tavola rotonda e alla cerimonia di consegna del Premio Votano che, organizzato dall'Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, vede il patrocinio, accanto a quello del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, del ministero della Pubblica Istruzione, dell'Ordine dei Giornalisti della Calabria e del CSA di Reggio Calabria, parteciperanno il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, il decano dei giornalisti calabresi, Antonio La Tella (a  lui il merito di aver promosso le manifestazioni del cinquantenario e del centenario del terremoto), l'ispettore del ministero della Pubblica Istruzione, Guido Leone, la professoressa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo Preti, Elisaveta Zorina, corrispondente straniera per Apcom, e Francesco Votano, redattore del Tg di RaiUno, nonché figlio di Gino Votano, a cui è intitolato il Premio.

 

Bruno Pino blog

giovedì 18 dicembre 2008

Centenario Terremoto. Il 19 dicembre il Premio Votano 2008

Comunicato stampa FNSI - Calabria
 
REGGIO CALABRIA – Una tavola rotonda dal titolo “Il terremoto di Reggio e Messina: cento anni dopo”. Ad ospitarla sarà, domani, venerdì 19 dicembre, alle 11.30, l’Auditorium del Liceo artistico “Mattia Preti”, in via Frangipane a Reggio Calabria, grazie all’impegno del Sindacato dei Giornalisti della Calabria che, in collaborazione con l’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, intende concretizzare, attraverso questo evento, quel rispetto per la storia e la memoria collettiva al centro, già, di un’assemblea pubblica organizzata dallo stesso Sindacato lo scorso giugno, nella cornice del Palazzo della Provincia.
Quella di domani sarà anche l’occasione, non meno importante, per consegnare il Premio giornalistico internazionale “Gino Votano”, in programma alle 10 nell’Auditorium del Liceo Preti.
Un premio oramai storico per Reggio Calabria, giunto alla sesta edizione, che quest’anno verrà assegnato al miglior documentario che ha per tema la storia, le tradizioni e le culture sorte nel bacino del Mediterraneo.
Non a caso, vincitore dell’edizione 2008 è Roberto Olla, giornalista e scrittore, caporedattore del Tg1, che presenterà domani un documentario sul terremoto che devastò Reggio e Messina nel 1908.
Insieme a lui saranno premiati: Giuseppe Palumbo, della Video Service Production di Cerignola (Foggia), per la miglior regia televisiva; Adele Cambria, giornalista del quotidiano “Il Giorno” e del settimanale “Il Mondo”, con un riconoscimento alla carriera; Sergej Startsev, dell’agenzia giornalistica russa “Novosti” (la seconda per importanza, dopo “Pravda”) con un premio speciale a memoria del terremoto del 1908, ricordando la generosità della marina russa nell’aiutare i terremotati di Reggio Calabria e Messina.
Sul podio dei premiati salirà, inoltre, una scuola della provincia di Reggio Calabria per la realizzazione e la diffusione del giornalino scolastico: quest’anno la scelta è caduta sull’Istituto magistrale “Corrado Alvaro” di Palmi e sul suo periodico “Il calabrone”.
Alla tavola rotonda e alla cerimonia di consegna del Premio Votano che, organizzato dall’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, vede il patrocinio, accanto a quello del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, del ministero della Pubblica Istruzione, dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria e del CSA di Reggio Calabria, parteciperanno il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, il decano dei giornalisti calabresi, Antonio La Tella (a lui il merito di aver promosso le manifestazioni del cinquantenario e del centenario del terremoto), l’ispettore del ministero della Pubblica Istruzione, Guido Leone, la professoressa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo Preti, Elisaveta Zorina, corrispondente straniera per Apcom, e Francesco Votano, redattore del Tg di RaiUno, nonché figlio di Gino Votano, a cui è intitolato il Premio.

 

www.periscopiouniroma2.net

Premio Votano: vince Roberto Olla con un documentario sul sisma di Reggio e Messina del 1908  
Friday 19 December 2008

 

Il terremoto di Reggio Calabria e Messina raccontato dai giornalisti cento  anni dopo. Ad oltre un secolo da una delle calamità naturali più devastanti del XX secolo, presso l'Auditorium del Liceo Artistico "Mattia Preti", a Reggio Calabria, si è tenuta una tavola rotonda dal titolo "Il terremoto di Reggio e Messina: cento anni dopo".

Un evento organizzato grazie all'impegno dell'Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, in collaborazione con il Sindacato dei Giornalisti calabresi. L'intento è stato quello di porre nuovamente l'attenzione sulla storia e la memoria collettiva, al centro già di un'assemblea pubblica organizzata dallo stesso Sindacato lo scorso giugno, nella cornice del Palazzo della Provincia.

Nell'occasione è stato consegnato il premio giornalistico internazionale "Gino Votano", giunto alla sesta edizione, assegnato a Roberto Olla, giornalista e scrittore, nonché caporedattore del Tg1. Il premio, rivolto agli autori di documentari che abbiano per tema la storia, le tradizioni e le culture sorte nel bacino del Mediterraneo, è stato vinto per una produzione sul terremoto che nel 1908 devastò Messina e Reggio Calabria. Insieme a Roberto Olla sono stati premiati anche Giuseppe Palombo, della Video Service Production, per la migliore regia televisiva; Adele Cambria, cronista del Giorno e del settimanale Il Mondo, con un riconoscimento alla carriera. Un premio speciale è andato al giornalista russo Sergj Startsev, dell'agenzia giornalistica russa Novisti, con un riconoscimento speciale a memoria del sisma, per via del grande impegno profuso dalla marina russa in soccorso della popolazione. Momento di gloria anche per gli studenti dell'Istituto magistrale "Corrado Alvaro" di Palmi, una scuola della provincia di Reggio, scelta per la realizzazione e la diffusione del giornalismo scolastico.

Tra coloro che hanno preso parte all'evento c'era il decano dei giornalisti calabresi, Carlo Parisi, l'ispettore del ministero della Pubblica Istruzione, Guido Leone, la prof.ssa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo Preti, Elisaveta Zorina, corrispondente straniera per Apcom, Francesco Votano, redattore del Tg1.
Alessandro Proietti

Ultimo aggiornamento ( Friday 19 December 2008 )

 

 

di Domenico Mariano

RTV news

 

strill.it

Reggio: Premio Votano 2008 nel centenario del terremoto Venerdì 19 Dicembre 2008 22:23

Federazione Nazionale Stampa Italiana - SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA

La cerimonia di consegna a Reggio Calabria insieme a un convegno del Sindacato dei Giornalisti

Domani il Premio Votano 2008 nel centenario del terremoto

 

REGGIO CALABRIA – Una tavola rotonda dal titolo “Il terremoto di Reggio e Messina: cento anni dopo”. Ad ospitarla sarà, domani, venerdì 19 dicembre, alle 11.30, l’Auditorium del Liceo artistico “Mattia Preti”, in via Frangipane a Reggio Calabria, grazie all’impegno del Sindacato dei Giornalisti della Calabria che, in collaborazione con l’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, intende concretizzare, attraverso questo evento, quel rispetto per la storia e la memoria collettiva al centro, già, di un’assemblea pubblica organizzata dallo stesso Sindacato lo scorso giugno, nella cornice del Palazzo della Provincia.

Quella di domani sarà anche l’occasione, non meno importante, per consegnare il Premio giornalistico internazionale “Gino Votano”, in programma alle 10 nell’Auditorium del Liceo Preti.

Un premio oramai storico per Reggio Calabria, giunto alla sesta edizione, che quest’anno verrà assegnato al miglior documentario che ha per tema la storia, le tradizioni e le culture sorte nel bacino del Mediterraneo.

Non a caso, vincitore dell’edizione 2008 è Roberto Olla, giornalista e scrittore, caporedattore del Tg1, che presenterà domani un documentario sul terremoto che devastò Reggio e Messina nel 1908.

Insieme a lui saranno premiati: Giuseppe Palumbo, della Video Service Production di Cerignola (Foggia), per la miglior regia televisiva; Adele Cambria, giornalista del quotidiano “Il Giorno” e del settimanale “Il Mondo”, con un riconoscimento alla carriera; Sergej Startsev, dell’agenzia giornalistica russa “Novosti” (la seconda per importanza, dopo “Pravda”) con un premio speciale a memoria del terremoto del 1908, ricordando la generosità della marina russa nell’aiutare i terremotati di Reggio Calabria e Messina.

Sul podio dei premiati salirà, inoltre, una scuola della provincia di Reggio Calabria per la realizzazione e la diffusione del giornalino scolastico: quest’anno la scelta è caduta sull’Istituto magistrale “Corrado Alvaro” di Palmi e sul suo periodico “Il calabrone”.

            Alla tavola rotonda e alla cerimonia di consegna del Premio Votano che, organizzato dall’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, vede il patrocinio, accanto a quello del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, del ministero della Pubblica Istruzione, dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria e del CSA di Reggio Calabria, parteciperanno il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, il decano dei giornalisti calabresi, Antonio La Tella (a  lui il merito di aver promosso le manifestazioni del cinquantenario e del centenario del terremoto), l’ispettore del ministero della Pubblica Istruzione, Guido Leone, la professoressa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo Preti, Elisaveta Zorina, corrispondente straniera per Apcom, e Francesco Votano, redattore del Tg di RaiUno, nonché figlio di Gino Votano, a cui è intitolato il Premio.

 

 

      Federazione Nazionale Stampa Italiana

  SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA

 

 

 

. : W W W . R E G G I O N L I N E . I T : .

Premio Votano 2008 nel centenario del terremoto

Articoli / Eventi organizzati
Inviato da Staff ROL il 20 Dic 2008 - 06:28

Oggi il Premio Votano 2008 nel centenario del terremoto. ...



Una tavola rotonda dal titolo “Il terremoto di Reggio e Messina: cento anni dopo”. Ad ospitarla sarà, domani, venerdì 19 dicembre, alle 11.30, l’Auditorium del Liceo artistico “Mattia Preti”, in via Frangipane a Reggio Calabria, grazie all’impegno del Sindacato dei Giornalisti della Calabria che, in collaborazione con l’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, intende concretizzare, attraverso questo evento, quel rispetto per la storia e la memoria collettiva al centro, già, di un’assemblea pubblica organizzata dallo stesso Sindacato lo scorso giugno, nella cornice del Palazzo della Provincia.

Quella di domani sarà anche l’occasione, non meno importante, per consegnare il Premio giornalistico internazionale “Gino Votano”, in programma alle 10 nell’Auditorium del Liceo Preti.

Un premio oramai storico per Reggio Calabria, giunto alla sesta edizione, che quest’anno verrà assegnato al miglior documentario che ha per tema la storia, le tradizioni e le culture sorte nel bacino del Mediterraneo.

Non a caso, vincitore dell’edizione 2008 è Roberto Olla, giornalista e scrittore, caporedattore del Tg1, che presenterà domani un documentario sul terremoto che devastò Reggio e Messina nel 1908.

Insieme a lui saranno premiati: Giuseppe Palumbo, della Video Service Production di Cerignola (Foggia), per la miglior regia televisiva; Adele Cambria, giornalista del quotidiano “Il Giorno” e del settimanale “Il Mondo”, con un riconoscimento alla carriera; Sergej Startsev, dell’agenzia giornalistica russa “Novosti” (la seconda per importanza, dopo “Pravda”) con un premio speciale a memoria del terremoto del 1908, ricordando la generosità della marina russa nell’aiutare i terremotati di Reggio Calabria e Messina.

Sul podio dei premiati salirà, inoltre, una scuola della provincia di Reggio Calabria per la realizzazione e la diffusione del giornalino scolastico: quest’anno la scelta è caduta sull’Istituto magistrale “Corrado Alvaro” di Palmi e sul suo periodico “Il calabrone”.

            Alla tavola rotonda e alla cerimonia di consegna del Premio Votano che, organizzato dall’Associazione culturale Teatro del Mediterraneo, vede il patrocinio, accanto a quello del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, del ministero della Pubblica Istruzione, dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria e del CSA di Reggio Calabria, parteciperanno il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, il decano dei giornalisti calabresi, Antonio La Tella (a  lui il merito di aver promosso le manifestazioni del cinquantenario e del centenario del terremoto), l’ispettore del ministero della Pubblica Istruzione, Guido Leone, la professoressa Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo Preti, Elisaveta Zorina, corrispondente straniera per Apcom, e Francesco Votano, redattore del Tg di RaiUno, nonché figlio di Gino Votano, a cui è intitolato il Premio.

Federazione Nazionale Stampa Italiana - SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA
 

 

 

telereggiocalabria.it

22-09-2008 - Premio 'Gino Votano 2008'

 

E' andato ad Antonio Sagoleo del liceo scientifico "Francesco La Cava" di Bovalino, il "Premio Gino Votano" per il miglior giovane giornalista dell'anno. "Sagoleo - è detto in una nota - ha vinto uno stage di quindici giorni al festival del cinema di Venezia, dove è stato accreditato e ha avuto accesso alle conferenze stampa delle star, che ha ripreso con videocamere professionali".

"La giuria del concorso, - prosegue il comunicato - che è stato patrocinato dal ministero della Pubblica istruzione in collaborazione con il Csa di Reggio Calabria, lo ha scelto per la 'grande abilita' nel leggere e riproporre i fatti di cronaca, per l'attenzione nella ricerca e nella verifica delle fontì".

"Miglior giornalino scolastico - aggiunge la nota - è stato 'Il Calabrone' del magistrale 'Alvaro' di Palmi che secondo la giuria, presieduta dal vicedirettore del Tg 2 Carlo Pilieci, è stato 'attento alla cronaca, con interessanti ricerche storiche. Una testata redatta con linguaggio vivace e leggibile'". "I ragazzi - aggiunge il comunicato - faranno parte della giuria, insieme a un gruppo di giornalisti, del 'premio Gino Votano' 2008 per il miglior documentario del Mediterraneo".